Testata

I Giorni di Roma

Culla del tempo, culla della civiltà…

Roma 5 Maggio

[ anno 311 ]

Muore Gaio Galerio Valerio Massimiano

Per una lunga e dolorosa malattia muore l’imperatore Gaio Galerio Valerio Massimiano. Con la sua morte si pone fine alla tetrarchia. Tra i suoi ultimi atti politici mette fine alle persecuzioni dei cristiani.


[ anno 553 ]

Condanna dei Tre Capitoli

Con la presidenza del patriarca Eutichio, nel V Concilio ecumenico detto Costantinopoli II, vengono condannati gli scismatici dei Tre Capitoli, i quali hanno una diversa interpretazione sulla natura di Cristo.


[ anno 1045 ]

Elezione di Gregorio VI

Gregorio VI

Esordio del papato dell’arciprete di San Giovanni a Porta Latina (in via di Porta Latina 17), Giovanni Graziano, con il nome di Gregorio VI. Vincente grazie alla simonia (la compravendita di cariche ecclesiastiche), il suo papato sarà contraddistinto dalla criminalità nelle strade di Roma e dal comportamento immorale dei prelati. Suo segretario sarà il futuro riformatore della politica papalina Ildebrando di Soana (futuro papa Gregorio VII). Gregorio VI sarà in futuro riconosciuto colpevole di simonia ed esiliato in Germania.


[ anno 1392 ]

Il Comune si impegna contro eventuali aggressori della Chiesa

Il Comune si impegna a combattere contro eventuali aggressori del territorio della Chiesa, tramite un trattato con papa Bonifacio IX.


[ anno 1527 ]

I soldati imperiali alle porte di Roma

Sotto il comando di Philibert d’Orange e con in prima fila i Lanzichenecchi, alle mura di Roma si ammassano i soldati imperiali tedeschi e spagnoli. L’artiglieria di Renzo di Ceri spara e Carlo di Borbone resta ucciso da un colpo di archibugio. Papa Clemente VII si rifugia a Castel Sant’Angelo. Sarà il preludio all’infame Sacco di Roma che inizierà il giorno successivo.


[ anno 1556 ]

Inizia la “Guerra di Campagna”

Papa Paolo IV inizia la cosiddetta “Guerra di Campagna” contro gli spagnoli del Regno di Napoli.


[ anno 1658 - Domenica ]

Invasione di cavallette

Invasione di cavallette a Formello e nella campagna romana in generale, con distruzione dei campi di grano e di biada e degli orti. Gli insetti sono in così gran numero che le acque del Tevere ne erano interamente coperte. I contadini invocano la scomunica degli animali da parte di papa Innocenzo X.


[ anno 1861 - Domenica ]

Coccarde tricolori

Numerose coccarde tricolori vengono trovate attaccate a muri ed obelischi: in particolare a Trinità dei Monti, piazza Navona e sulle facciate delle chiese di Sant’Apollinare e di Sant’Eustachio. Ingegnosamente attaccate a della creta, le coccarde erano state lanciate in posizioni piuttosto alte, rendendone difficoltosa la rimozione.


[ anno 1871 - Venerdì ]

Impresa Romana degli Omnibus

Francesco Marini sottoscrive una convenzione col Comune di Roma per la costituzione dell’Impresa Romana degli Omnibus, con l’obiettivo di costituire una rete di 15 linee con almeno cinque vetture ognuna. Sulle linee più lunghe è prevista la tariffa massima di 15 centesimi; sulle altre quella di 10 centesimi.


[ anno 1946 - Domenica ]

Prima schedina

Con il nome di SISAL (Sport Italia Società a Responsabilità Limitata), basandosi sui risultati calcistici della Serie A, B, C1 e C2, nasce il primo concorso a pronostici. Il costo del gioco è di 30 Lire. Nel primo concorso il montepremi sarà di 463.146 Lire (grazie ad un totale di giocate per 1.032.000 Lire) e sarà aggiudicato da un unico vincitore.


[ anno 1966 - Giovedì ]

Preludio al divorzio

Con la relazione del socialdemocratico Reggiani inizia alla IV Commissione della Camera dei Deputati l’esame del progetto di legge Fortuna sul Piccolo Divorzio, poi rinviato a settembre. Preludio alle successive legislazioni sulla questione.


[ anno 1972 - Venerdì ]

Incidente aereo

Sulla montagna Longa, presso Palermo, si schianta il volo Alitalia 112, un Douglas DC-8 partito da Roma. Rimangono uccisi 108 passeggeri e sette membri dell’equipaggio. A tutt’oggi la vicenda presenta aspetti controversi e non sufficientemente chiariti.


[ anno 1979 - Sabato ]

Manifestazione femminista

A Roma, al grido di “La notte ci piace, vogliamo uscire in pace”, in tarda serata alcune centinaia di femministe sfilano per le vie della città rivendicando il diritto di uscire senza subire molestie. Saranno pesantemente insultate da gruppi di uomini.