Testata

I Giorni di Roma

Culla del tempo, culla della civiltà…

Roma 6 Maggio

[ anno 1308 ]

San Giovanni in Laterano divampa

Un incendio scoppiato nella notte distrugge quasi completamente la basilica di San Giovanni in Laterano; tra i tempestivi soccorritori lo stesso cardinale Giacomo Colonna, per mettere in salvo le reliquie.


[ anno 1527 ]

Sacco di Roma

Nella notte tra il 6 ed il 7 maggio avviene uno degli episodi più esecrabili dell’intera storia della città di Roma: il saccheggio dei Lanzichenecchi, mercenari tedeschi al servizio dell’imperatore Carlo V d’Asburgo e guidati da Corrado di Bemelberg. Tra gli atti infami si annoverano case devastate, le monache dei conventi di Santa Maria in Campomarzio, San Silvestro e di Montecitorio vittime di atrocità inenarrabili, chiese incendiate, stalle approntate indegnamente all’interno del Vaticano. Le strade, imbrattate di sangue, sono piene di moribondi e cadaveri. A Castel Sant’Angelo trova rifugio papa Clemente VII. L’episodio sarà talmente grave e significativo che per alcuni storici questa data segnerà la fine del Rinascimento.


[ anno 1855 - Domenica ]

Inaugurazione dei lavori per il monumento all’Immacolata Concezione

Il cardinale Giacomo Filippo Fransoni, prefetto della Congregazione di Propaganda Fide, inaugura i lavori per il monumento all’Immacolata Concezione a piazza di Spagna.


[ anno 1946 - Lunedì ]

Rapporto americano di Henry Tasca

In un rapporto del rappresentante americano presso l’Ambasciata di Roma Henry Tasca, vengono riportate le dichiarazoni del deputato liberale Epicarmo Corbino, favorevole alla monarchia ma con una reggenza successiva all’abdicazione del re, e secondo il quale la data designata per il referendum non è opportuna per una scelta democratica che favorisca gli interessi Alleati: teme disordini al voto e violenza rossa diffusa.