Testata

I Giorni di Roma

Culla del tempo, culla della civiltà…

Roma 18 Giugno

[ anno 1155 ]

Incoronazione e fuga di Federico Barbarossa

Con l’intenzione di ottenere la corona di imperatore e forte del sostegno di papa Adriano IV, Federico Barbarossa, re di Germania, entra a Roma e si accampa a Monte Mario. Nella tarda mattinata riceve in San Pietro l’ambita incoronazione. Inattesa arriva la rivolta dei romani che intentano per le strade di Roma una guerriglia. Malgrado la feroce repressione dei soldati del Barbarossa, i cittadini riescono incredibilmente a ribaltare le sorti dello scontro, costringendo l’imperatore, il papa e numerosi cardinali alla fuga. Probabilmente è durante questi tumulti che i legati pontifici impiccano e bruciano il corpo, gettandone le ceneri nel Tevere, del principale contestatore del potere temporale dei papi, il religioso Arnaldo da Brescia.


[ anno 1289 ]

Bolla pontificia Coelestis altitudo

Assicurando ai cardinali parte della gestione finanziaria della città, garantendo loro metà di tutte le entrate della sede di Roma, papa Niccolò IV emana la bolla pontificia Coelestis altitudo.


[ anno 1656 - Domenica ]

Il Ghetto chiuso per peste

A causa della diffusione della peste viene chiuso il Ghetto, lasciando aperta solo piazza Giudea (toponimo che scomparirà nel 1887 con l’abbattimento totale del Ghetto); il permesso di entrata e uscita viene consentito solo a 14 giudei, allo scopo di provvedere alle primarie necessità.


[ anno 1702 - Domenica ]

Fine di una “scandalosa prattica”

Secondo un’annotazione del diarista Francesco Valesio, in seguito ad un memoriale inviato a papa Clemente XI dalla moglie del marchese Corbelli, milanese trasferitosi l’anno precedente a Roma con i propri figli, abbandonando al nord la consorte per intraprendere una relazione con una bellissima ragazza olandese, il papa ordina che quest’ultima sia condotta dagli sbirri al Conservatorio delle mal maritate a S. Onofrio, volendo porre fine alla “scandalosa prattica”.


[ anno 1771 - Martedì ]

Clemente XIV contro i Gesuiti

Con l’intenzione politica di palesare la sua avversione nei confronti dei Gesuiti, papa Clemente XIV toglie loro la gestione delle Guardie Svizzere e della musica della cappella papale per la processione del Gesù a San Pietro nell’ottava del Corpus Domini.


[ anno 1869 - Venerdì ]

Morte di Mastro Titta

Mastro Titta

Muore Giovanni Battista Bugatti, “er Boja de Roma” meglio noto come Mastro Titta, esecutore delle condanne a morte dello Stato Pontificio dal 1796 al 1864. Nel suo nefasto taccuino terrà scrupolosamente nota di ben 516 esecuzioni.


[ anno 2007 - Lunedì ]

Manifestazioni contro Erich Priebke

Davanti all’abitazione in cui risiede Erich Priebke (agli arresti domiciliari per l’eccidio delle Fosse Ardeatine) e in via Panisperna presso la sede dell’associazione Uomo e Libertà, cittadini romani della comunità ebraica manifestano in segno di protesta.