Testata

I Giorni di Roma

Culla del tempo, culla della civiltà…

Roma 14 Luglio

[ anno 939 ]

Elezione di Stefano VIII

Stefano VIII

Il prete titolare della chiesa dei Santi Silvestro e Martino ai Monti viene eletto papa con il nome di Stefano VIII.


[ anno 1555 ]

Bolla Cum nimis absurdum

Con la pubblicazione della bolla Cum nimis absurdum, papa Paolo IV istituisce nel rione Sant’Angelo, accanto al teatro di Marcello nella zona del portico d’Ottavia, il primo Ghetto ebraico a Roma, detto anche il “Serraglio degli Hebrei”. Racchiuso da mura, dispone di tre porte e al suo interno abitano circa le 2.000 persone che compongono la comunità ebraica; sono obbligati ad indossare un berretto giallo che li renda riconoscibili. La bolla prevede per loro anche restrizioni economiche.


[ anno 1635 - Sabato ]

Decapitazione di Amodei

Una nota del cronista Giacinto Gigli racconta che in giornata viene “tagliata la testa in prigione a Monsig. Amodei sopraddetto per l’homicidio, che aveva fatto [di un mercante], et per altri delitti, et particolarmente per le pasquinate, che gli furono trovate”.


[ anno 1693 - Martedì ]

Luigi XIV si riavvicina alla Chiesa di Roma

Il re di Francia Luigi XIV sconfessa la dichiarazione dei Quattro Articoli propria del gallicanesimo (dottrina che professava l’autonomia della Chiesa cattolica francese dal pontefice di Roma), restituendo Avignone alla Santa Sede di papa Innocenzo XII.


[ anno 1798 - Sabato ]

Commemorazione della Rivoluzione francese

Bruciando il Libro d’Oro Capitolino della nobiltà e le sentenze del Sant’Uffizio, a piazza di Spagna viene rievocata la presa della Bastiglia con tanti alberi della Libertà.


[ anno 1885 - Martedì ]

Accordo Comune – SRO

Il Consiglio Comunale approva il contratto con la Società Romana degli Omnibus con il quale viene imposta la riduzione delle tariffe, la modifica di alcuni percorsi e l’attivazione di nuove linee.


[ anno 1948 - Mercoledì ]

Attentato a Togliatti

All’uscita da Montecitorio il parlamentare comunista Palmiro Togliatti, che si trova in compagnia di Nilde Iotti, viene gravemente ferito da due colpi di rivoltella esplosi dall’estremista di destra non aderente a nessun partito Antonio Pallante, studente di Giurisprudenza ed anticomunista. Nell’interrogatorio che segue il suo arresto, Pallante giustifica il gesto affermando che, in riferimento a Togliatti, “in lui si debba ravvisare l’elemento più pericoloso alla vita politica italiana che con la sua attività di agente di potenza straniera impedisce il risorgere della Patria”. L’attentato causerà gravi disordini che, secondo le cronache dell’epoca, sfioreranno la guerra civile.


[ anno 1960 - Giovedì ]

Morte di Federico Chabod

Federico Chabod, storico e politico italiano, muore in città. La biblioteca di Storia Moderna e Contemporanea dell’Università La Sapienza di Roma verrà dedicata alla sua memoria.


[ anno 1992 - Martedì ]

Varie (071401)

Il pregiudicato Oreste Sansone viene “giustiziato” con un colpo di pistola al quartiere Appio dal vigile urbano Pietro Moscati: sono entrambi implicati nell’illecito relativo al “totonero”.

Al policlinico Gemelli papa Giovanni Paolo II viene operato per l’asportazione di un tumore al colon che i medici definiscono di natura benigna.


[ anno 1994 - Giovedì ]

Responsabili di attentati romani

Ordini di custodia cautelare per i sei membri di “Cosa Nostra” Totò Riina, Bernardo Provenzano, Leoluca Bagarella, Giovanni Brusca, Filippo Graviano, Giuseppe Graviano e per i due pregiudicati romani Antonio Scarano e Aldo Fabretti, individuati come responsabili degli attentati romani del 14 maggio 1993 in via Fauro e del 27 luglio 1993 alla basilica di San Giovanni in Laterano.