Testata

I Giorni di Roma

Culla del tempo, culla della civiltà…

Roma 21 Luglio

[ anno 1118 ]

Fuga da Roma di Gelasio II

Mentre papa Gelasio II sta celebrando la messa nella chiesa di Santa Prassede, le forze della famiglia dei Frangipane fanno irruzione armate; grazie all’aiuto del popolo, il pontefice riesce a fuggire nella notte a cavallo da Roma diretto in Francia, con ancora indosso i paramenti sacri.


[ anno 1550 ]

Bolla Exposcit debitum

Papa Giulio III, emanando la bolla pontificia Exposcit debitum, approva e conferma definitivamente l’Ordine della Compagnia di Gesù, abolendo inoltre il limite al numero dei suoi membri.


[ anno 1702 - Venerdì ]

Morte di godurioso… ma pentito

Secondo le cronache del diarista Francesco Valesio, durante la notte muore un impenitente libertino, tale “[…] Gioseppe Massaini, gentilhuomo romano oriundo da Siena, huomo de relassati costumi, quale, essendosi il martedì scorso portato alle grotte di Testaccio con femine et ivi disordinato, la medesima sera, ritornato alterato dal vino, andò in casa di una bella vedova sua amica, dove, havendo per due volte commercio con detta donna, la terza volta tentò d’haverlo più che disonestamente, onde quella, per esimersi da tal violenza, lo prese per le parti virili, alle quali, concorsa nella medesima notte l’infiammazione e poi la cancrena, lo ridusse in meno di dui giorni a morte, essendo però egli passato all’altra vita con sensi di vero pentimento e di pietà christiana”.


[ anno 1849 - Sabato ]

Commissione per gli affari di Stato

Da Gaeta, in previsione del suo ritorno a Roma, papa Pio IX nomina una commissione per regolare gli affari di Stato.


[ anno 1888 - Sabato ]

Pregiudizi nordici sul clima di Roma

In occasione della discussione di un Disegno di Legge per la riforma dei Comuni e delle Provincie, voluta ostinatamente da Crispi, il giornale romano “Il Cracas” commenta: “Giova sperare che dopo questa prova solenne, scompariranno molti pregiudici [pregiudizi] intorno al clima di Roma, e ai pericoli che in questa città si temevano durante la stagione estiva. Si può stare a Roma anche di luglio, come si stava a Torino e a Firenze quand’erano capitali del Regno”.


[ anno 1965 - Mercoledì ]

Fanfani sul Vietnam

In un intervento in Senato, il democristiano Amintore Fanfani, in qualità di presidente dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, afferma la volontà del Governo italiano di impegnarsi per trovare una soluzione pacifica al conflitto in Vietnam “nella cornice della ripresa del dialogo fra est ed ovest”.


[ anno 1975 - Lunedì ]

Congresso DC

Durante il Consiglio Nazionale della Democrazia Cristiana a Roma si prende atto del malessere fra gli elettori dovuto agli scandali e alle accuse di corruzione rivolte al partito. Duro discorso da parte del presidente del Consiglio Aldo Moro nel quale afferma la necessità di porre fine agli atteggiamenti che denotano l’“arroganza del potere” del partito.


[ anno 1978 - Venerdì ]

Discorso di Lillian Carter alla FAO

Al vertice della FAO (l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura) che ha luogo a Roma, interviene in un discorso Lillian Carter, madre del presidente U.S.A. Jimmy Carter. Il presidente della Repubblica Sandro Pertini si congratula con lei, elogiandone “l’impegno alla causa dei poveri e degli affamati”.