Testata

I Giorni di Roma

Culla del tempo, culla della civiltà…

Roma 25 Luglio

[ anno 315 ]

L’Arco di Costantino

In occasione del decimo anno del suo Impero, il popolo ed il Senato inaugurano l’arco dedicato a Costantino, oltre ad assegnargli i titoli di Gallico e Magno. L’iscrizione sul monumento recita “All’Imperatore Cesare Flavio Costantino Massimo, Pio, Felice Augusto, il Senato e il Popolo Romano, poiché per ispirazione divina e per la grandezza del suo spirito, con il suo esercito rivendicò per mezzo di giusta guerra lo Stato tanto dal tiranno e, ad un tempo, da ogni fazione, dedicarono questo arco insigne per trionfi”.


[ anno 1139 ]

Riconoscimento di Ruggero II

A Mignano, presso Capua, papa Innocenzo II riconosce a Ruggero II la sovranità di Puglia, Sicilia, Calabria e Capua, ad eccezione di Benevento dove il pontefice si trasferisce per il resto dell’estate.


[ anno 1225 ]

Federico II e la crociata

L’imperatore Federico II giura ai legati (diplomatici) pontifici che partirà per la crociata nell’agosto del 1227, pena la scomunica.


[ anno 1492 ]

Morte di Innocenzo VIII

Innocenzo VIII

Papa Innocenzo VIII, nato Giovanni Battista Cybo, muore e viene sepolto in San Pietro. L’epigrafe sulla sua tomba riporta due curiosi errori: è scritto che visse otto anni, 10 mesi e 25 giorni, che è invece il periodo in cui regnò; vi si legge inoltre che durante il suo pontificato Colombo scoprì il Nuovo Mondo, ma in realtà il papa morì una settimana prima della partenza della spedizione da Palos.


[ anno 1542 ]

Bolla Licet ab initio

Con la bolla Licet ab initio papa Paolo III istituisce la Sacra Congregazione Romana della Universale Inquisizione: assumerà successivamente il nome di Sant’Uffizio.


[ anno 1593 - Domenica ]

“Parigi val bene una messa”

Nella cattedrale di San Dionigi a Parigi, il re di Francia Enrico IV abiura, abbracciando la religione cattolica. Si tratta dell’occasione in cui si vuole che abbia pronunciato la famosa frase “Parigi val bene una messa”.


[ anno 1701 - Lunedì ]

Prelato stupratore

Il cronista Francesco Valesio riporta che monsignor Ceva, accusato dello stupro della giovane figlia di un cuoco a servizio presso monsignor Cibo, in cambio del pagamento di una cauzione di 3.000 scudi, ottiene di essere carcerato nella propria casa a Madonna dei Monti. Risulterà in seguito che “questo prelato havea pratticata detta giovane con consenso della madre et era stata più volte gravida”.


[ anno 1749 - Venerdì ]

Predicatore carismatico

Invitato a Roma da papa Benedetto XIV per preparare i fedeli al prossimo Anno Santo, il carismatico predicatore Leonardo di Porto Maurizio conclude trionfalmente la sua settimana di predicazioni in città con una omelia a cui assistono ben 100.000 persone, partecipazione incredibile considerato che la popolazione di Roma conta circa 150.000 abitanti!


[ anno 1864 - Lunedì ]

Piccolo ebreo rapito e “convertito”

Misteriosa vicenda su Giuseppe Coen: il bambino ebreo viene rapito e finisce per essere battezzato ed inviato in un convento. Una voce popolare vorrebbe che papa Pio IX avrebbe offerto al padre 25.000 franchi per il fanciullo, cifra che il padre avrebbe rifiutato.


[ anno 1896 - Sabato ]

Trazione elettrica per i tram

Tre linee tram della Società Romana Tramways Omnibus (SRTO) attivano la trazione elettrica con filo aereo: la piazza Venezia – Termini (passando per via Alessandrina e via Cavour), la linea San Giovanni – via Lanza e la via XX Settembre – Sant’Agnese.


[ anno 1927 - Lunedì ]

Morte di Guglielmo Mengarini

L’ingegnere Guglielmo Mengarini muore a Roma: passa alla storia per essere stato il primo al mondo ad aver realizzato un impianto per il trasporto dell’energia idroelettrica a distanza tra Tivoli e Roma.


[ anno 1943 - Domenica ]

Dimissioni di Mussolini

Benito Mussolini viene costretto a lasciare l’incarico dal Gran Consiglio del Fascismo che vota l’ordine del giorno Grandi, e successivamente viene arrestato a Villa Savoia. Alla guida del Governo viene sostituito da Pietro Badoglio; è l’episodio che segna la caduta del Fascismo. Più tardi la voce di Titta Arista, radiocronista dell’EIAR (Ente Italiano per le Audizioni Radiofoniche), annuncia i fatti agli italiani: nelle strade si svolgono manifestazioni popolari per la caduta del regime.