Testata

I Giorni di Roma

Culla del tempo, culla della civiltà…

Roma 12 Agosto

[ anno 678 ]

Riparare alla scissione della Chiesa

L’imperatore bizantino Costantino IV, tramite una lettera, richiede a papa Agatone la presenza dei suoi legati (ovvero ambasciatori) a Costantinopoli per ricomporre la rottura tra la Chiesa di Roma e quella d’Oriente.


[ anno 1308 ]

Varie (081201)

Papa Clemente V convoca per il 16 ottobre 1311 a Vienne (in Francia) un Concilio Generale, tramite la bolla Regnans in coelis: lo scopo è quello di emettere la definitiva sentenza nei confronti dell’Ordine dei Templari.

Il vescovo di Tebe Isnardo viene nominato vicario da papa Clemente V: tra le sue incombenze ci saranno soprattutto la ristrutturazione della basilica del Laterano e la pulizia delle strade di Roma.


[ anno 1484 ]

Morte di Sisto IV

Sisto IV

Muore papa Sisto IV, nato Francesco della Rovere. Verrà ricordato per la costruzione di ponte Sisto, la ricostruzione della basilica di San Vitale e della cappella Palatina del Palazzo Apostolico ma, soprattutto, per la realizzazione della cappella Sistina (dal quale prende il nome).


[ anno 1624 - Lunedì ]

Meraviglie astronomiche su Roma

Fino al 5 settembre. Nel periodo si verificano rimarchevoli allineamenti astrali visibili ad occhio nudo, il più notevole dei quali accade proprio il 12 agosto: secondo la cronaca di Giacinto Gigli “la prima particolarmente fu maravigliosa, che fu di Saturno, et di Marte, et occorse nel detto giorno delli 12. di Agosto doppo il tramontar del sole, perciocché parve cosa spaventosa vedendosi nel cielo scintille di foco, et raggi grandissimi a modo di frezze, e saette, e spade, che succedendo le une all’altre, mostravano come una battaglia, che si facesse nel cielo, et durorno un gran pezzo”. Probabile comunque che queste eccezionali “maraviglie” possano essere spiegate con il fenomeno piuttosto frequente in questo periodo dell’anno delle stelle cadenti.


[ anno 1654 - Mercoledì ]

Eclissi di Sole da fine del mondo

Matematici, dotti ed astrologi, consigliando addirittura il digiuno per affrontare l’evento, avevano preannunciato in giornata la più grande eclissi di Sole della storia accompagnata da terribili catastrofi, maggiore addirittura di quella quasi mitologica che oscurò la Terra alla morte di Gesù. I romani vivono angosciati l’“avvenimento”, rifugiandosi nelle chiese per prepararsi al peggio attraverso la confessione. Ma l’eclissi sarà praticamente impercettibile e la giornata trascorrerà del tutto tranquilla.


[ anno 1727 - Martedì ]

Costituzione Creditae nobis

Papa Benedetto XIII è deciso a contrastare e debellare in ogni modo la piaga del gioco del Lotto: con la costituzione Creditae nobis inasprisce le pene temporali già dettate dai precedenti editti, introducendo anche pene spirituali. I prelati colti a giocare sono sospesi a divinis (ovvero: dai ministeri divini) mentre i laici vengono scomunicati. Ai colpevoli viene addirittura vietata l’assoluzione in punto di morte, se non autorizzata direttamente dal pontefice o su sua precisa autorizzazione.


[ anno 1730 - Sabato ]

Brodo al posto della cioccolata!

Secondo la cronaca di Francesco Valesio, poiché il costo del cacao è arrivato all’esorbitante cifra di 35 baiocchi alla libbra, nelle caffetterie di Pasquino, Campo Marzio e piazza di Spagna vengono vendute, al posto di quelle di cioccolata ormai troppo costose, tazze di brodo di cappone al modico prezzo di mezzo grosso l’una.


[ anno 1851 - Martedì ]

Infezione dell’uva

Le cronache raccontano che i paesi specializzati nella produzione vinicola della provincia di Roma sono colpiti dal flagello dell’infezione dell’uva, ovvero i funghi della malattia dell’Oidio che causano l’appassimento delle piante.


[ anno 1994 - Venerdì ]

Morte di Anton Giulio Majano

A Marino muore Anton Giulio Majano, regista e sceneggiatore. Sarà ricordato come uno dei padri dei mitici sceneggiati italiani trasmessi dalla RAI tra gli anni ‘50 e gli anni ‘80, aventi come protagonisti attori del calibro di Alberto Lupo, Virna Lisi, Romolo Valli, Enrico Maria Salerno, Arnoldo Foà, Lea Massari e Loretta Goggi.


[ anno 2002 - Lunedì ]

Fiume a via delle Medaglie d’Oro

Dopo le 3:00 di notte, a causa della lesione di una conduttura dell’ACEA (Azienda Comunale dell’Energia e dell’Ambiente), viale delle Medaglie d’Oro diventa un fiume d’acqua che costringe i Vigili del Fuoco del 19° Gruppo a rimuovere 11 vetture che rischiavano di sprofondare nelle voragini aperte dall’incidente. Ingenti danni per una decina di negozi e cinque strade chiuse alla circolazione.