Testata

I Giorni di Roma

Culla del tempo, culla della civiltà…

Roma 18 Agosto

[ anno 29 A.C. ]

Tempio a Giulio Cesare

Dedicato a Gaio Giulio Cesare, viene inaugurato nel Foro Romano il tempio al Divo Giulio: dopo il fondatore Romolo è il primo romano ad essere divinizzato dopo la sua morte. I resti dell’edificio, la cui costruzione avverrà per volere del figlio adottivo di Cesare, Ottaviano, saranno rinvenuti negli scavi del 1872.


[ anno 335 ]

Morte di sant’Elena

È la probabile data della morte di santa Elena, tanto da esservi ricordata nel calendario. Verrà sepolta in un mausoleo sulla via Casilina realizzato per volere di suo figlio, l’imperatore Costantino.


[ anno 1276 ]

Muore Adriano V

Adriano V

Senza essere stato ancora incoronato, muore a Viterbo papa Adriano V, nato Ottobono Fieschi; viene sepolto nella basilica di San Francesco della stessa città.


[ anno 1500 ]

Omicidio di Alfonso d’Aragona

Secondo la cronaca del Burcardo “… l’illustrissimo Alfonso d’Aragona, duca di Bisceglie e principe di Salerno [marito di Lucrezia Borgia], che era stato ferito la sera del 15 luglio, e quindi trasportato e attentamente custodito nella torre Nuova sopra la cantina comune del Papa [Alessandro VI], poiché non aveva intenzione di morire per quelle ferite, è stato strangolato nel suo letto verso la diciottesima ora… Sono stati catturati, trasferiti a Castel Sant’Angelo e interrogati i medici del defunto, e insieme a loro un gobbo che gli aveva somministrato le cure. Ma poco dopo sono stati liberati e riconosciuti innocenti: peraltro quelli che avevano dato l’ordine di arrestarli sapevano perfettamente che non c’entravano nulla con la morte del duca”. Infatti tutti sapevano che il responsabile dell’assassinio era il cognato Cesare Borgia.


[ anno 1503 ]

Morte di Alessandro VI

Alessandro VI

Vittima forse di avvelenamento, papa Alessandro VI muore a Roma. Immediatamente il figlio illegittimo Cesare Borgia fa trasportare in casa sua il tesoro del Vaticano, valutato nell’ordine dei 300.000 ducati d’oro.


[ anno 1559 ]

Muore Paolo IV

Paolo IV

Papa Paolo IV muore a Roma. Il suo ricorso al tribunale dell’Inquisizione aveva innescato un crescente rancore nei suoi confronti da parte del popolo e, malgrado la sua salma sia tenuta nascosta per evitarne l’oltraggio, una sua statua sul Campidoglio viene decapitata ed abbattuta.


[ anno 1717 - Mercoledì ]

Feste per la vittoria sui turchi

Fino al 20 agosto. A Roma, per festeggiare la vittoria sui turchi, si cantano i Te Deum (inno cristiano di ringraziamento a Dio) e si svolgono spettacoli di fuochi d’artificio.


[ anno 1827 - Sabato ]

Stendhal critico del travertino

Dalle sue stesse note, emerge una curiosa critica da parte dello scrittore francese Stendhal, peraltro ammiratore dichiarato e sperticato delle eterne bellezze romane: “Il Colosseo è costruito quasi per intero con blocchi di travertino, pietra assai brutta piena di buchi come il tufo, d’un bianco che tira al giallo e che è fatta venire da Tivoli. L’aspetto di tutti i monumenti di Roma sarebbe ben più gradevole al primo colpo d’occhio se gli architetti avessero avuto a loro disposizione la bella pietra da taglio adoperata a Lione o a Edimburgo, oppure il marmo con cui è stato fatto l’anfiteatro di Pola [in Dalmazia]”.


[ anno 1944 - Venerdì ]

Prostituzione per gli Alleati

Nell’ambito della liberazione di Roma da parte degli Alleati, in una lettera diretta al quotidiano romano “Il Messaggero”, un brigadiere della Guardia di Finanza denuncia: “Le mamme romane erano gelosissime delle loro figlie, ebbene [ora] sono loro stesse che la sera accompagnano le figlie al Colosseo, ove c’è una specie di fiera a chi le paga di più e ci sono africani dell’esercito americano che le pagano fino a 1.000 lire all’ora”.