Testata

I Giorni di Roma

Culla del tempo, culla della civiltà…

Roma 8 Settembre

[ anno 1159 ]

Roma divisa da due papi

Fino al 18 settembre. Nessuno dei due eletti al soglio pontificio, il legittimo Alessandro III e l’antipapa Vittore V, viene consacrato e Roma è in preda ai tumulti delle due fazioni. Con la protezione della famiglia dei Frangipane, Alessandro III fugge a Ninfa, nei pressi dell’attuale Latina.


[ anno 1572 ]

Te deum di ringraziamento

A Roma, nella basilica di San Marco, un Te Deum di ringraziamento viene celebrato da papa Gregorio XIII a cui segue una solenne messa nella chiesa di San Luigi dei Francesi.


[ anno 1657 - Sabato ]

Fine della peste a Roma

La fine della peste, che in una Roma che ha circa 100.000 abitanti ha causato quasi 15.000 vittime, è ufficialmente annunciata e per questo papa Alessandro VII si reca a Santa Maria del Popolo per il canto di un Te Deum celebrativo.


[ anno 1846 - Martedì ]

Ciceruacchio onora Pio IX

Papa Pio IX si reca in visita a Santa Maria del Popolo. Per ringraziarlo dell’amnistia che ha concesso poco dopo la sua elezione a tutti i condannati politici, su iniziativa del capopopolo Angelo Brunetti detto Ciceruacchio, il percorso dal Quirinale fino alla chiesa è colmo di bandiere, arazzi, epigrafi, fiori e fiaccole per concludersi poi con una scritta che campeggia a Porta del Popolo: “Onore e gloria a Pio IX, cui bastò un giorno per consolare i sudditi e meravigliare il mondo”.


[ anno 1857 - Martedì ]

Pio IX e la fama di “iettatore”

In piazza Mignanelli, di fronte all’ambasciata di Spagna, papa Pio IX inaugura la colonna e la statua dell’Immacolata, opera dello scultore Giuseppe Obici. I lavori per l’impresa, secondo i romani, sono andati a buon fine soprattutto grazie all’assenza dal cantiere dello stesso pontefice che era stato tenuto lontano il più a lungo possibile, godendo della poco edificante e rassicurante fama di “iettatore”!


[ anno 1907 - Domenica ]

Enciclica Pascendi dominici gregis

Con l’enciclica Pascendi dominici gregis papa Pio X condanna duramente il Modernismo, movimento nato dalle enormi trasformazioni sociali in Occidente durante la fine del XIX e l’inizio del XX secolo. Inizia così un periodo di severo controllo sull’operato dei prelati volto all’individuazione dei simpatizzanti al movimento.


[ anno 1943 - Mercoledì ]

Annunciato l’armistizio

Mentre al Quirinale è in corso una riunione d’emergenza alla quale partecipano re Vittorio Emanuele III, Badoglio ed i principali rappresentanti del Governo, giunge a Roma la notizia che il generale statunitense Dwight Eisenhower ha reso noto a tutto il mondo che è stato firmato l’armistizio, ovvero la resa incondizionata dell’Italia agli Alleati, firmato cinque giorni prima a Cassibile. Il maresciallo Badoglio, costretto dagli eventi, lo annuncia a sua volta attraverso un discorso alla radio italiana poche ore dopo. Ignare di tutto prima di questi annunci, le Forze Armate Italiane, prive di qualsiasi direttiva, sono allo sbando. Nel frattempo squadriglie di fortezze volanti americane bombardano Frascati ed in particolare Villa Torlonia, residenza del feldmaresciallo e comandante supremo tedesco Albert Kesselring. Perderanno la vita circa 500 civili e 200 soldati tedeschi, mentre metà degli edifici verrà distrutta, così come molti monumenti.


[ anno 1974 - Domenica ]

Fine dei Campionati Europei di Atletica Leggera

L’XI edizione dei Campionati Europei di Atletica Leggera, che si sono svolti allo Stadio Olimpico di Roma, si conclude.


[ anno 1998 - Martedì ]

La salute dei vigili urbani

“Anche i vigili urbani hanno diritto alla salute”: è questo lo slogan con cui la CGIL – FP (Confederazione Generale Italiana del Lavoro – Funzione Pubblica) di Roma e del Lazio monta una tenda in piazza San Marco per sollecitare l’amministrazione riguardo alla salute dei vigili urbani: secondo gli ultimi studi, l’82,2% di loro sono affetti da malattie all’apparato respiratorio, soprattutto ai bronchi e ai polmoni.