Testata

I Giorni di Roma

Culla del tempo, culla della civiltà…

Roma 16 Settembre

[ anno 681 ]

Condanna del monotelismo

Nel Concilio di Costantinopoli III la teoria monotelita (secondo la quale Cristo era guidato da una volontà unica e quindi non distinta come nel concetto di Trinità) viene condannata e sul defunto papa Onofrio I viene lanciato l’anatema per averla appoggiata.


[ anno 1087 ]

Morte di Vittore III

Vittore III

Papa Vittore III muore e viene sepolto nell’abbazia di Montecassino. Per Roma inizia quindi una sede vacante. Ma l’antipapa Clemente III è sempre attivo in città, rendendola una sede poco adatta per radunare i cardinali per l’elezione del nuovo pontefice.


[ anno 1353 ]

Alla riconquista di Roma!

Durante la Cattività avignonese, papa Innocenzo VI fa partire per l’Italia il cardinale Egidio Albornoz a cui affida Cola di Rienzo, appena scarcerato, affinché si serva di lui per riconquistare Roma. Nel frattempo il pontefice preannuncia con una lettera il ritorno del tribuno ai romani, chiedendo loro di riservagli una benevola accoglienza.


[ anno 1416 ]

Braccio difensore di Roma

Braccio da Montone assume il titolo di rettore del Patrimonium e si impegna nella difesa di Roma dietro lauto compenso in denaro: sono i termini del patto raggiunto a Sutri con gli ambasciatori inviati dal cardinale Isolani.


[ anno 1464 ]

Consacrazione di Paolo II

Il veneziano Pietro Barbo, cardinale di San Marco, eletto dal conclave il 30 agosto passato dopo un solo scrutinio, viene consacrato papa in San Pietro con il nome di Paolo II.


[ anno 1599 - Giovedì ]

Fra’ Celestino da Verona al rogo

Il frate francescano Celestino da Verona viene bruciato sul rogo a Campo de’ Fiori. Malgrado fosse stato uno degli accusatori di Giordano Bruno, ne anticiperà ironicamente il tragico destino cinque mesi prima del filosofo di Nola, sempre a causa di reiterate opinioni eretiche.


[ anno 1848 - Sabato ]

Formazione di un nuovo Governo

Cercando di placare il malcontento popolare, papa Pio IX incarica il giurista Pellegrino Rossi, che aveva fama di essere progressista, di formare il nuovo Governo: viene affidato al cardinal Soglia e con lo stesso Rossi come ministro delle Finanze ad interim e come ministro dell’Interno, attuando rigidi provvedimenti di Polizia.


[ anno 1870 - Venerdì ]

Truppe italiane alla conquista di Roma

Le truppe italiane si accampano intorno a Roma, prossime all’assalto. Riportando nel titolo le parole di papa Pio IX “Portae Inferi non preaevalebunt” (“Le porte dell’inferno non prevarranno”), “L’Osservatore Romano” riporta così gli eventi in un suo articolo: “Sulle colline circostanti, dalle alture della nostra Roma, si veggono biancheggiare le tende sotto cui si raccolgono le truppe di re Vittorio Emanuele. Esse possono abbracciare con lo sguardo il maestoso profilo della città de’ sette colli e soprattutto fissarlo sull’altera mole, miracolo dell’arte, sotto cui riposano in pace le ceneri de’ Principi degli Apostoli. Ma se la sovrana maestà di quella, riflette sulla Santa Città la sua ombra benefica e protettrice, si aderge però spettro gigantesco e minaccioso dinanzi ai battaglioni di quel re cattolico e italiano che osa sperare possibile di oltrepassarne i sacrosanti penetrali, non per rendere gloria al dio del Cielo e della terra, non per prestare il debito omaggio al Supremo Vicario di Gesù Cristo ma per conculcare le leggi della nostra Santa Religione, per umiliare e ridurre in schiavitù il Capo, il Duce, il Maestro di duecento milioni di cattolici”.


[ anno 1904 - Venerdì ]

Primo storico sciopero nazionale in Italia

Proclamato dalla Camera del Lavoro di Milano e riscuotendo l’adesione dei lavoratori delle principali città del nord e del centro Italia, per la prima volta in Italia e a Roma si svolge uno sciopero generale nazionale.


[ anno 1937 - Giovedì ]

Via della Conciliazione

Con la delibera n° 4921 del governatore di Roma Piero Colonna si stabilisce di chiamare la strada che verrà aperta tra piazza San Pietro ed il Lungotevere come via della Conciliazione, ritenendo doveroso ricordare nella toponomastica romana lo storico accordo che pose fine al dissidio tra la Chiesa e lo Stato Italiano.


[ anno 1944 - Sabato ]

No ai Carabinieri per le epurazioni fasciste

A Roma il generale Taddeo Orlando, comandante dell’Arma dei Carabinieri, respinge la richiesta di Carlo Sforza, alto commissario per le sanzioni contro il Fascismo, di avere dei Carabinieri ai propri ordini per le attività legate alle epurazioni.


[ anno 1985 - Lunedì ]

Bombe al “Cafè de Paris”

Delle bombe esplodono al “Cafè de Paris” di via Veneto, provocando 40 feriti. L’attentato sarà rivendicato dall’Organizzazione Rivoluzionaria dei Musulmani Socialisti.