Testata

I Giorni di Roma

Culla del tempo, culla della civiltà…

Roma 13 Ottobre

[ anno 54 ]

Nerone imperatore

L’imperatore Claudio, probabilmente dopo aver mangiato un piatto di funghi avvelenati, muore a Roma. Lo stesso giorno Nero Claudio Caesar Drusus Germanicus, figlio del console Domizio Enobardo e di Agrippina minore, molto più noto semplicemente come Nerone, sale sul trono imperiale. È stato grazie alla madre che, sposata in seconde nozze con Claudio e convincendolo ad adottare il giovane, gli verrà garantita la successione al trono. Sarà il quinto ed ultimo imperatore della dinastia Giulio Claudia.


[ anno 64 ]

La morte dell’apostolo Pietro

Secondo alcune solide argomentazioni alcuni storici, tra cui l’archeologa Margherita Guarducci, sarebbe questa la data della crocifissione e della morte dell’apostolo Pietro, e non il 29 giugno: la teoria è che, dal momento che in questo giorno si celebrava il decennale dell’incoronazione di Nerone, ai ludi gladiatori ed ai sacrifici religiosi propri di tali commemorazioni si aggiunge quest’anno l’immolazione dei cristiani, accusati di essere i responsabili incendio che il 19 luglio aveva devastato Roma.


[ anno 1443 ]

Scomunica dell’antipapa Felice V

Si riapre il Concilio al Laterano e come primo atto papa Eugenio IV scomunica l’antipapa Felice V ed i padri che nel Concilio di Basilea l’avevano eletto.


[ anno 1458 ]

Bolla Vocavit nos

I principi cristiani tedeschi sono convocati per una Dieta (assemblea politica dei paesi germanici) tramite la bolla Vocavit nos emanata da papa Pio II.


[ anno 1577 ]

Accademia delle Arti della Pittura, della Scultura e del Disegno

Attraverso un breve, papa Gregorio XIII riconosce ufficialmente l’Universitas picturae che diventa l’Accademia delle Arti della Pittura, della Scultura e del Disegno, concedendogli come sede la chiesa di San Luca all’Esquilino, dove gli artisti sono già soliti riunirsi. La direzione viene affidata ad un “principe”, il primo dei quali è il pittore Girolamo Muziano, promotore dell’iniziativa.


[ anno 1684 - Venerdì ]

Poliziotti trattenuti nell’ambasciata francese

Un certo Dragonetti viene arrestato a Palazzo Farnese, sede dell’ambasciata francese, dalla Polizia Pontificia ma gli ufficiali vengono trattenuti nell’edificio. L’episodio originerà una crisi diplomatica tra papa Innocenzo XI ed il Governo transalpino.


[ anno 1878 - Domenica ]

La salma di Pio IX

Nella notte, il trasporto della salma di papa Pio IX da San Pietro alla basilica di San Lorenzo Fuori le Mura è motivo di gravi scontri tra papalini, decisi a supportare il nuovo pontefice Leone XIII, ed anticlericali i quali, al grido di “A fiume il papa! Morte ai Preti!”, sono decisi a gettare il corpo nel Tevere. Grazie all’abile stratagemma di un ufficiale di Polizia, i dimostranti vengono dirottati verso porta Maggiore, mentre la salma viene trasportata incolume nella basilica, dove i muratori necrofori riescono frettolosamente a portare a termine il loro lavoro di sepoltura.


[ anno 1965 - Mercoledì ]

Il PCI per il Vietnam

Il comunista Gian Carlo Pajetta accusa il presidente del Consiglio, il democristiano Aldo Moro, di “complicità e omertà” con l’aggressione U.S.A. che causa migliaia di vittime nel Vietnam “che stanno morendo per quella tragica escalation americana che voi non avete avuto il coraggio di nominare nelle vostre repliche e per quel gas tossico che lei, onorevole Moro, non ha nemmeno nominato perché le bruciava le labbra”. È la reazione del PCI dopo che la Camera ha respinto la proposta tesa ad impegnare il Governo in trattative di pace nel Vietnam e per l’ingresso della Cina nelle Nazioni Unite.